Equivalenza in Spagna vs Omologazione

Parte 2 Intervista Dr.ssa Iglesias
Equivalenza in Spagna e Omologazione Titolo

Equivalenza in Spagna e Omologazione dei titoli di studio

Equivalenza in Spagna. Ti trovi nella seconda parte dell’intervista che abbiamo fatto a María José Iglesias, specialista per l’equivalenza e l’omologazione dei titoli in Spagna. Se non hai letto la prima parte dell’intervista, e vuoi leggerla, la trovi qui:
Quanto all’equivalenza in Spagna, l’omologazione e la convalida dei titoli universitari, non è più possibile omologare le lauree non regolamentate. Per tali lauree che non prevedono l’esame di stato e l’iscrizione a un albo professionale la strada  attualmente percorribile è quella dell’equivalenza del titolo.

 Equivalenza del Titolo in Spagna

Parliamone un attimo dell’equivalenza del titolo in Spagna. Le persone in possesso di un titolo universitario di almeno 4 anni, se non hanno un ordine professionale di riferimento, non dovrebbero chiedere l’omologazione della laurea ma possono fare richiesta al Ministerio de Educación spagnolo dell’equivalenza del titolo.

Che differenza c’è tra Omologazione ed Equivalenza del titolo?

omologazione titoli ed equivalenza
In sostanza la differenza tra homologación (omologazione) ed equivalencia (equivalenza) è questa: con l’omologazione viene riconosciuta la professione. Con l’equivalenza viene riconosciuto un livello accademico in un ambito specifico ma ampio del sapere (per esempio, scienze giuridiche e sociali, scienze umane…).

Di questo si è già parlato in un articolo già pubblicato in questo blog, anch’esso dedicato alle omologazioni, cui rimandiamo per completezza di informazioni: omologare la laurea in Spagna. Abbiamo anche dedicato una pagina del nostro sito, perché abbiamo voluto trattare in maniera esaustiva anche l’argomento della traduzione ufficiale per l’omologazione della laurea in Spagna.Salva

María José, con la sola equivalenza si può esercitare la professione in Spagna?

No. Con l’equivalenza è possibile iscriversi a corsi di laurea in Spagna, grado, post-grado, master, ecc. ma non basta per esercitare la professione. Per esercitare una professione regolamentata ci vuole l’omologazione.

E dopo l’equivalenza in Spagna… la Convalida (convalidación de estudios parciales)

Allora cosa bisogna fare per poter vedersi riconoscere la professione dopo aver conseguito l’equivalenza del titolo e non l’omologazione?

La strada è rivolgersi a un’Università spagnola, pubblica o privata e richiedere che siano convalidati gli esami sostenuti con la laurea italiana. In Spagna questa procedura viene chiamata “convalidación de estudios parciales“.

Attualmente è competenza esclusiva dell’Università spagnola esaminare i piani di studio e stabilire quali esami convalidare e quali no.

Se mancano crediti o esami fino a raggiungere il livello previsto nel titolo di GRADO spagnolo, bisogna iscriversi all’Università spagnola, sostenere i relativi esami mancanti, come qualsiasi altro cittadino spagnolo che si immatricola presso l’Università, fino a conseguire il titolo spagnolo di GRADO.

Documenti necessari per l’Equivalenza o l’Omologazione in Spagna

I documenti da allegare per richiedere al Ministerio de Educación spagnolo l’omologazione o l’equivalenza della laurea, e per richiedere la “convalidación de estudios parciales” all’Università, sono i seguenti:
  •  CERTIFICATO DI LAUREA SENZA ESAMI con traduzione ufficiale in spagnolo e Apostilla dell’Aja. 
  • CERTIFICATO DI LAUREA detto “SUPPLEMENT AL DIPLOMA”, che deve essere firmato e timbrato dall’Università italiana. Anche il Supplement al Diploma deve essere munito di traduzione ufficiale in spagnolo. È importante richiedere all’Università italiana il “Supplement al Diploma” e non più il certificato accademico con gli esami che si rilasciava una volta, perché il Supplement è più completo, è un modello comune in tutta l’Unione Europea e attesta anche la conversione dei crediti formativi universitari italiani in crediti ECTS, validi e riconosciuti in Spagna e in tutta Europa, così come previsto dal Processo di Bologna. Se però sei del vecchio ordinamento o la tua laurea è triennale, non potrai ottenere dall’Università il Supplement ma un certificato storico con gli esami (transcript).
  • COPIA DELLA CARTA D’IDENTITÀ 
  • MODULO DI RICHIESTA DELL’OMOLOGAZIONE (“Solicitud de homologación de titulos extranjeros de educación superior”) oppure di equivalenza. È possibile trovare l’apposito modello da compilare presso il sito del Ministerio de Educación. Lo trovate sul sito del MECD spagnolo.RICEVUTA DEL BONIFICO BANCARIO che possa attestare il pagamento delle tasse relative all’omologazione o all’equivalenza del titolo.

Nella pagina di servicios al ciudadano del Ministero Cultura y Deporte MECD trovate l’importo della tassa da pagare.

Omologazione del titolo di Medico-Chirurgo

Se mi permetti vorrei parlare un attimo dei medici perché sono loro che si rivolgono in primis al nostro studio per l’omologazione del titolo di medico-chirurgo.

In effetti volevo chiederti proprio questo: come devono fare i medici per richiedere al Ministero l’omologazione?

I medici non hanno problemi per richiedere l’omologazione in Spagna, perché la loro è una professione regolamentata. Quindi per i medici non si deve richiedere l’equivalenza del titolo ma l’omologazione del titolo.

In pratica: Omologazione Spagna = Omologazione Professione.

Per i laureati in Medicina e Chirurgia, alla documentazione di cui sopra bisogna aggiungere altri due certificati rilasciati dal Ministero della Salute italiano, pertanto la documentazione completa da presentare, sempre munita di traduzione giurata e ufficiale è la seguente:
  • Good standing, detto in Italia “Certificato di Onorabilità Professionale”, rilasciato dal Ministero della Salute Italiano. In questo link del Ministero della Salute è possibile trovare informazioni utili sulla procedura per ottenere il certificato di onorabilità professionale e su chi può ottenerlo.
  • Attestato di laurea, di abilitazione e di iscrizione all’ordine, sempre rilasciato dal Ministero della Salute.
  • Copia conforme all’originale del diploma di laurea o certificato equivalente.
  • Supplement al Diploma di Laurea, dove risulti la durata legale, voti, crediti ECTS conseguiti, ecc. Solitamente è rilasciato in versione bilingue, ovvero in inglese e in italiano. L’importante è verificare che non manchi la versione in italiano per non avere poi problemi con il Tribunale che talvolta non consente al traduttore di asseverare una traduzione se ci sono due lingue straniere  (per esempio da inglese a spagnolo). Assicuratevi che il Supplement sia in italiano in modo che la traduzione ufficiale sia da italiano a spagnolo.
  • Certificato di abilitazione – esame di Stato rilasciato dall’Università
  • Certificato di iscrizione all’ordine dei medici (eventualmente), rilasciato dall’Ordine.
  • Copia conforme della carta d’identità (non è necessario farla tradurre)
  • Modulo di richiesta omologazione debitamente compilato e firmato
  • Distinta del bonifico bancario attestante il pagamento della tassa per l’omologazione.

Traduzioni Ufficiali per l’Equivalenza e l’Omologazione  in Spagna

Volevo aggiungere che l’ultimo passaggio è quello di procedere con le traduzioni ufficiali. È necessario presentare una traduzione ufficiale per l’omologazione della laurea in Spagna e anche per l’equivalenza.

Funziona così:

  • Prima di tutto è necessario inviarci una mail con la scansione di tutti i documenti.
  • In seguito noi vi prepariamo il preventivo per la traduzione ufficiale e indichiamo sia il costo della traduzione giurata che la modalità di pagamento, la modalità di spedizione e il termine di consegna.
  • Dietro a vostra conferma dell’ordine cominciamo a lavorare.
  • Voi, nel frattempo, dovrete inviarci gli originali dei certificati e la copia conforme del diploma di laurea. Non appena arrivati, andiamo in Tribunale a giurare le traduzioni ufficiali e vi consegnamo il lavoro in qualsiasi parte del mondo voi vi troviate.

Apostilla per l’Equivalenza e Omologazione

È necessaria l’Apostille dell’Aja su questi certificati prima della traduzione in vista dell’equivalenza del titolo o dell’omologazione?

Sì, la Apostille è necessaria. Una volta in possesso di questi documenti secondo quando sopra specificato, vi consigliamo di recarvi presso la Prefettura e richiedere che sui certificati venga apposto un timbro che si chiama “Apostille dell’Aja”.Salva

Bisogna rivolgersi al consolato per inviare in Spagna i documenti per l’omologazione?

Come abbiamo detto in tante altre occasioni, passare dal consolato non è necessario per far la pratica di riconoscimento e omologazione e nemmeno per l’equivalenza del titolo in Spagna. In effetti, la Spagna è firmataria, come l’Italia, della Convenzione dell’Aja del 1961 e pertanto non c’è alcun obbligo di rivolgersi al consolato per inoltrare al Ministero spagnolo la documentazione per l’omologazione e nemmeno per l’equivalenza. La condizione è che i certificati originali o in copia conforme sino muniti del timbro dell’Apostille dell’Aja.
Vi ricordiamo che a Giuritrad ci occupiamo delle traduzioni ufficiali per le omologazioni in Spagna, e siamo traduttori giurati (ovvero traduttori ufficiali). Inoltre lo spagnolo è la prima specializzazione del nostro studio di traduzioni. Possiamo occuparci sia della traduzione che dell’asseverazione in Tribunale e della Apostille.

 Hai bisogno della traduzione ufficiale per l’equivalenza o l’omologazione del titolo in Spagna?

TELEFONACI: TEL. 335 31 97 62

CHIAMACI ORA!

Tel. 335 31 97 62

©2017 Giuritrad Traduzioni Asseverate – Traduzioni Giurate | Via Riello 1/LM – 35122 Padova | P.IVA: 03977090285

 Tel. +39 335 31 97 62 | privacy & cookies